Al teatro il provino era andato alla grande ma... Ora dovevo presentarmi alle prove...

Will e la compagnia del “Teatro Blu”2 min read

Tempo di lettura circa 2 min.

Dopo l’audizione…

Al teatro il provino era andato alla grande ma… Ora dovevo presentarmi alle prove e, d’accordo con Luna, raccontare che essendo molto timido non sarei stato in grado di recitare senza costume. Quando l’avevamo deciso sembrava facile ma affrontare l’intera compagnia di attori mi metteva un po’ a disagio. Pete l’avevo già incontrato e lui era l’unico a sapere la verità: mi era corso incontro a braccia aperte urlando: “Dimmi che non sto sognando! Sei un drago in carne ed ossa, vero?”

Un nuovo amico

E da quel momento era stata una pioggia di domande e risposte da parte di entrambi… Anch’io sapevo poco degli umani e avevo molte cose da chiedere. Mi presentai all’appuntamento quando tutti erano già arrivati: non potevo neanche immaginare di fare conversazione prima di recitare… Ero così agitato! Luna è stata meravigliosa perché subito ha messo ognuno al proprio posto e abbiamo cominciato a leggere il copione. Notavo che gli altri mi guardavano sospettosi ma decisi di non dar peso a quegli sguardi e cominciai a recitare.

Provammo ininterrottamente per un paio d’ore, poi Luna decise di fare una pausa. Mi prese in disparte: “Cosa mangiano i draghi?” Io rimasi interdetto e lei proseguì: “Sai, abbiamo organizzato uno spuntino ma non so se tu mangi salatini e pizzette o vai a caccia di leprotti saltellanti… Nel qual caso sarebbe opportuno che fingessi una dieta perché non saprei proprio come giustificarti…” La rassicurai e mi sedetti con loro senza dovermi vergognare: i draghi sono stati in passato fedeli compagni di nobili, cavalieri e famiglie di stirpe reale per cui sappiamo come si sta a tavola.

Mi accettano così come sono.

Riuscii anche a fare un po’ di conversazione con Nora, o meglio la ragazza riccia che la interpreta… Anche lei in fatto di timidezza non scherza e mi ha confessato che per lei il suo personaggio è come il mio costume da drago, una protezione. Prima o poi penso che le svelerò il segreto ma, per il momento, ho tutta la sua comprensione. La compagnia si è rivelata spiritosa e molto simpatica. Ormai si sono abituati a me e non chiedono più di mostrare il mio volto… Mi accettano così come sono. L’unico che ancora se ne sta sulle sue è Terminus ma credo lo faccia solo per il ruolo che interpreta: è il mio antagonista e se diventassimo amici potrebbe recitare diversamente… Lui è un perfezionista!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *