Come fermare il tempo che passa?

Huanglong, il drago della sapienza. Come fermare il tempo che passa?7 min read

Tempo di lettura circa 9 min.

Huanglong, il drago della sapienza fa parte di una raccolta di racconti “Storie di draghi e animali fantastici” di Greta Cencetti.
Mi piace leggere questa favola ogni volta che sento che il tempo passa troppo in fretta, che i miei draghetti crescono… Insomma, forse più che per i cuccioli è per le mamme, i papà, i nonni… Idea: perchè non la leggete voi a loro?

Huanglong il drago della sapienza

Nell’antica Cina esistevano moltissimi draghi. I punti cardinali erano abitati da draghi così come i venti, le tempeste e le acque. I vari draghi avevano forme, colori, aspetti e caratteristiche molto diverse. Il Nord era abitato dai draghi neri, che vivevano mille anni e che, quando combattevano tra di loro, provocavano le tempeste. I draghi che portavano la primavera e sapevano prevedere il futuro erano di un blu cangiante che pareva riflettere le sfumature del cielo.

 

Il drago blu
I draghi blu prevedevano il futuro

Poi c’erano i draghi rossi che abitavano a Occidente e anche loro, come quelli neri, portavano tempeste. I draghi bianchi erano i più rari, vivevano a Sud e accompagnavano gli uomini durante il loro ultimo viaggio verso l’aldilà. 

Infine c’erano i draghi gialli, particolarmente amati perché erano buoni e gentili.

Questi draghi erano molto grandi e solitari: amavano starsene appartati in luoghi tranquilli senza essere disturbati da nessuno. Trascorrevano il loro tempo acciambellati in qualche punto del cielo, della terra, dei laghi, dei mari o dei fiumi profondi. Erano gentili, sapienti, attenti alle necessità e ai bisogni di ogni essere: quando avvertivano che c’era qualcuno in difficoltà correvano in aiuto.

Questa che sto per raccontarvi è la storia di uno di essi, Huanglong, colui che donò agli esseri umani la sapienza.

Si racconta che, tantissimo tempo fa, la creazione del mondo fu possibile grazie alla morte di un gigante di nome Pangu. Morendo, dal suo respiro nacquero le nuvole e il vento, dal suo occhio destro si formò il Sole, dal suo occhio sinistro la Luna, dalle sue gambe e dalle braccia si formarono i quattro angoli del mondo. Il suo sangue e il suo sudore diventarono fiumi e laghi e, in questo modo, si formò la terra così come noi la vediamo.

Il mondo era però abitato soltanto da animali, piante e dei.

La dea Nuwa e la creazione

Una splendida dea di nome Nuwa, dal viso e dal corpo di donna, ma dalla coda di drago, amava passeggiare per il mondo in compagnia degli animali in contemplazione della natura.

Malgrado Nuwa trovasse tutto ciò bellissimo, sentiva la mancanza di qualche creatura la cui presenza “vivacizzasse” il mondo.

Un giorno, passeggiando lungo il Fiume Giallo, vide la sua immagine riflessa e da lì le venne l’idea di modellare con il fango degli esseri simili a lei, ma con due gambe al posto della coda. Una volta modellati in gran numero, Nuwa soffiò su di loro un alito di vita ed essi presero a camminare e a parlare.

“Sono molto belli, ma si assomigliano tutti” esclamò Nuwa, non ancora pienamente soddisfatta della sua opera, “Devo aggiungere alcune caratteristiche che li rendano differenti l’uno dall’altro”. Dopo averci pensato un po’, la bella dea decise di soffiare in alcuni di loro l’energia Yan, l’elemento maschile, e in altri l’energia Yung, l’elemento femminile: creò così gli uomini e le donne.

“Ora va molto meglio! Però devo fare in modo che si possano moltiplicare senza che io debba continuare a modellarne di nuovi” pensò Nuwa. Sfiorando le creature con la manica della sua veste, Nuwa li arricchì con il sentimento chiamato AMORE e così negli anni successivi, essi si sposarono e diedero alla luce numerosi figli con cui venne popolato il mondo intero.

Nuwa aveva modellato gli uomini e insegnato loro l’amore ma, la bella dea, continuava a sentirsi sola.

Il re Fu-Hsi e l’amore

Un giorno, però, Nuwa incontrò il re Fu-Hsi

Fu-Hsi assomigliava molto alla bella Nuwa perché anche lui aveva un corpo umano e una lunga coda di drago. Fu amore a prima vista e ben presto Nuwa e Fu-Hsi si unirono in matrimonio. La leggenda vuole che il regno di Fu-Hsi fu il primo grande regno della Cina e durante questo regno vennero fatte importanti scoperte. Tutto andava per il meglio durante il regno di Fu-Hsi: il re amava la sua bellissima moglie Nuwa, gli uomini erano felici e il suo regno prosperava.

Un giorno, Fu-Hsi, mentre era affacciato ad una finestra della sua reggia, cingendo i fianchi della moglie e accarezzandole delicetamente i lunghi capelli neri, disse: “E’ tutto molto bello. gli uomini hanno fatto grandi scoperte, sanno vivere in armonia tra di loro e con la natura, eppure io sento che manca qualcosa, ma non riesco a capire cosa!”

Nuwa gli sorrise e rispose: “Hai ragione, manca qualcosa ancora, e io credo di sapere cosa.”

“Davvero?” esclamò il re, “Dimmi, mia amatissima moglie, dimmi che cosa manca e io farò il possibile affinché venga realizzato!”

“Guarda la bellezza del fiume, Fu-Hsi! E guarda che meraviglia quell’albero fiorito! Tra qualche giorno, purtroppo, il fiume ghiaccerà e gli alberi perderanno i loro fiori e le loro foglie!”

Fu-Hsi guardò gli occhi lucenti di sua moglie e la strinse a sé. “Continua, moglie mia, io bevo la saggezza del tuo racconto!” le disse e allora Nuwa proseguì “Arriveranno poi i gelidi inverni del nord a stravolgere la natura: il fiume diventerà un nastro di luce fredda e gli alberi un intreccio di linee spoglie. Tutto cambia, e noi non possiamo fare nulla per fermare il tempo!”

Come fermare il tempo che fugge?

Quindi una lacrima d’argento le solcò il bel volto.

Fu-Hsi raccolse quella lacrima e la strinse più forte a sé.

“Ho capito, moglie mia, ma io riuscirò a renderti di nuovo felice: inventerò qualcosa che possa riempire il vuoto che lo scorrere del tempo lascia nei nostri cuori e nelle nostre menti!”

Fu-hsi, da quel giorno, si chiuse nella sua stanza senza voler mai incontrare nessuno, se non l’amata moglie Nuwa.

Trascorse del tempo ma Fu-Hsi non riusciva a trovare il modo di rendere felice la moglie. La notte guardava il cielo stellato e la luna d’argento, speranzoso che lo aiutassero nella sua ricerca e il giorno passeggiava su e giù per la stanza, apprezzando il canto degli uccelli e lo sguardo dolce degli animali che popolavano i giardini reali, ma non riusciva a trovare nulla per esaudire il desiderio di Nuwa.

La tristezza iniziò a impadronirsi del cuore di Fu-Hsi.

“Io che sono riuscito a rendere più semplice e bella la vita degli esseri umani, non riesco a rendere felice mia moglie!” pensava.

Una notte Fu-Hsi decise di scendere nei giardini reali, dove si sedette, in lacrime, sotto un ciliegio in fiore.

Improvvisamente una nuvola dorata comparve all’orizzonte e qualcuno parlò: “Non essere infelice, Fu-Hsi! La tua saggezza e la tua bontà meritano il mio aiuto!” e Huanglong, il grande drago giallo, comparve davanti al re.

Poi disse: “Tu sei un re saggio e quello che stai cercando è importante! Io ti donerò ciò che potrà aiutarvi a colmare il vuoto creato dal tempo che scorre!

Infine aggiunse: “Osserva con attenzione e saprai mettere a frutto il mio dono!”

Huanglong
Huanglong il drago della sapienza

Ecco la soluzione!

Detto questo, Huanglong scomparve lasciando dietro di sé otto simboli misteriosi e bellissimi. Ogni simbolo, formato da sei parti, ricordava l’aspetto del cielo e della terra e le manifestazioni della natura (la pioggia e la tempesta, il sole e il suo calore, le nuvole, i venti, la nascita e la caduta delle foglie e le orme che gli animali lasciano sulla terra).

Fu-Hsi comprese: con questi otto simboli egli poteva trascrivere tutto quello che vedeva o che gli accadeva; poteva fissare sulla carta le sue emozioni, i suoi desideri, la sua tristezza e la sua felicità.

Huanglong, il drago giallo, gli aveva portato in dono la scrittura.

Da quel giorno la vita degli uomini cambiò: esisteva finalmente qualcosa che poteva riempire il grande vuoto lasciato dal trascorrere del tempo.

Scusate ma mi commuovo sempre… Non è meravigliosa?

Storie di draghi e animali fantastici


New From: EUR 12,72 In Stock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *